giovedì 15 dicembre 2016

UMI Plus, prime impressioni!!!

Ieri pomeriggio ho ricevuto, dritto dritto a casa, il mio nuovo UMI Plus 5.5 pollici Android.
Probabilmente molti di voi, come d’altronde io prima del “famigerato” Black Friday, non sanno di cosa si tratta.

Di fatto si tratta di uno smartphone cinese (trovate il sito ufficiale a questo link) con delle caratteristiche decisamente interessanti, tra queste il prezzo!!!

Proprio questa caratteristica e l’atmosfera da Black Friday, mi hanno spinto, non senza titubanza a prenderlo e, ora, dopo una giornata di utilizzo abbastanza intenso, provo a dare le mie impressioni.
Tengo a precisare che non sono un espertone di Android ma diciamo un “super-user” e, quindi, quelle che trovate in questo post non sono considerazioni squisitamente tecniche o di confronto con altri smartphone, ma considerazioni personali e proprio per questo opinabili.

Cominciamo dalle caratteristiche che sono rintracciabili, comunque al seguente link.
Tra le più importanti troviamo:
CPU : MediaTek Helio P10 Octa Core
GPU : ARM Mali T860 image processor
RAM : 4GB SAMSUNG eMMC5.1+LPDDR3
ROM : 32GB
Display Size : 5.5 inch
Resolution : 1920*1080 pixels
Band : GSM: 850(B5)/900(B8)/1800(B3)/1900(B2)
            WCDMA: 850(B5)/900(B8)/1900(B2)/2100(B1)
            LTE FDD: 2100(B1)/1800(B3)/2600(B7)/800(B20)
WIFI : 802.11 a/b/g/n 2.4GHz/5GHz
Bluetooth : Bluetooth 4.1
GPS : Build in GPS
Sensor: G-Sensor, Glonass, P-Sensor, L-Sensor, Accelerometer, Compass, Gyroscope, Hall switch
In pratica c’è tutto e se pensiamo che si tratta di un telefono da un paio di centinaio di euro (anche meno se lo si compra su GearBest in questi giorni) la cosa non guasta.
Per quanto riguarda dove acquistarlo vi posto il suddetto GearBest (da dove l’ho acquistato io ed è arrivato in un paio di settimane) e l’onnipresente Amazon ma si trova anche su altri siti:

UMI Plus Gray - Amazon.it
UMI Plus Gray - GearBest.Com


Definito come è fatto e dove acquistarlo, vediamo le mie impressioni.
Aperto il pacchetto, mi trovo davanti ad una anonima scatola di cartone grigio (vedi immagine seguente) e la cosa non mi entusiasma.

IMG_20161213_145540

All’interno della stessa, però la vera scatola contenitore dello smartphone è una ben fatta scatola in plastica traslucida (molto carina :-) )

IMG_20161213_145556

Nella confezione troviamo lo smartphone, il caricatore rapido, il cavetto USB-C, lo strumento per estrarre il cassettino per l’alloggiamento delle due sim (o della sim e della scheda di memoria) e una guida rapida all’uso.

IMG_20161213_145702
IMG_20161213_145806

Lo smartphone ha una linea molto arrotondata (ricorda molto iPhone) e sembra ben costruito con una sensazione piacevole in mano.

IMG_20161213_162303

IMG_20161213_162250

e lo schermo sembra decisamente buono (anche troppo luminoso in alcune circostanze)

IMG_20161213_162433

La carica della batteria è durata una giornata intera ma diciamo che è stata messa a dura prova dal download dei vari profili, delle applicazioni e dall’uso prolungato per configurare le stesse.
Per questo motivo mi riservo il giudizio sulla batteria con un utilizzo più "consono" della stessa.

Il device arriva con la versione 6.0 di Android e una distribuzione UMI (la 3.01_20161019) che, a detta dell’azienda cinese, dovrebbe essere poco differente rispetto alla distro base Android. In realtà è disponibile un aggiornamento immediato alla 3.01_20161117.

L’impressione di utilizzo del telefono è decisamente buona, la forma stondata si tiene bene in mano e l’interazione sembra fluida. C’è da dire che il telefono è stato appena configurato e, anche qui, mi riservo di verificare tra un pò di tempo a seguito di minore memoria disponibile, applicazioni installate e disinstallate e via discorrendo.

Se proprio vogliamo dirla tutta, il bluetooth mi sembra scarsino (tanto per intenderci la mia autovettura non mostra il nome del brano in esecuzione) ma debbo capire se il problema è il device o il SO.

Alla fine, per il momento, sono decisamente soddisfatto del device, proseguirò ad eseguire dei test più approfonditi (specialmente su fotocamera e sensore di impronte digitali).

Stay tuned!!!! :-)

giovedì 8 dicembre 2016

MVP Reconnect …… ovvero quando entri nella “famigghia” resti sempre nella “famigghia”!!!

Ma di che “famigghia” stiamo parlando!!!!

Fermi tutti, non si tratta di robe strane o sette segrete o affari malavitosi….stiamo parlando della grande famiglia dei Microsoft MVP.

Per chi non sapesse cosa sono i Microsoft MVP, vi consiglio di fare un giro sul sito ufficiale del programma (link), ma, volendolo spiegare in pochisime parole, si tratta di un riconoscimento che Microsoft da a persone che si distinguono per il loro impegno, aiutando gli altri ad ottenere il massimo grazie alle tecnologie Microsoft. Si tratta di persone, non dipendenti Microsoft, che mettono la loro passione, il loro tempo, la loro buona volontà per la divulgazione e la condivisione della conoscenza. Non necessariamente (come qualcuno erroneamente sostiene, evidentemente non conoscendo le basi del programma) si tratta di professionisti nel termine letterale del termine ma si tratta comunque di un gruppo di persone che sacrifica un pò del suo tempo (e, a volte, vi assicuro neanche pò!!!) per la sua passione.

Personalmente ho avuto la fortuna e l’onore di far parte di questo gruppo per ben 6 anni di fila, ma entrando a lavorare in Microsoft lo scorso Marzo, sono di fatto uscito fuori dal programma (il programma è riservato ai non dipendenti Microsoft).

Lavorare in Microsoft è sicuramente un sogno inseguito da anni e un privilegio che, per uno come me sempre orientato sulle tecnologie della casa di Redmond non ha prezzo, ma dover lasciare un gruppo di amici e di persone come gli MVP, mi ha lasciato un pochino di amaro in bocca.

Fortunatamente ciò che esce dalla porta, rientra dalla finestra. Lo scorso 3 Novembre, Steve Guggenheimer (Corporate Vice President of Developer Platform & Evangelism and Chief Evangelist) ha annunciato (post) "MVP Reconnect Program", un programma dedicato a coloro che non sono più MVP ufficiali.....perchè

once an MVP, always part of the MVP community! 


Ieri mi è arrivato a casa il riconoscimento del mio "reconnect" e debbo dire che la cosa mi ha fatto molto piacere.


Personalmente mi sento e mi sentirò e mi sarei, comunque, sentito un MVP a prescindere, ma così è più bello!!! 😉😉😉

Prima di chiudere questo post vorrei ringraziare Cristina González Herrero (il mio program manager nel gruppo MVP), Alessandro Teglia e Marjorie Di Clemente senza i quali tutto questo non sarebbe stato possibile!!!!


mercoledì 29 giugno 2016

L’attore…..chi è costui!!

Ovviamente non stiamo parlando di colui che recita sul palco di un teatro o davanti alla macchina da presa, ma dell’attore inteso come unità fondamentale di calcolo nell’approccio a Microservizi.

Se vi interessa l’argomento e volete capire da quali basi matematiche (il modello Actor nasce, infatti, nel 1973, quindi un’era geologica fa per l’informatica) si basa uno dei capisaldi su cui si basa Service Fabric e non solo, ecco un video di Channel9 in cui “l’inventore” dell’Actor ci spiega un po' di cose.

Buona visione!!!!

 

venerdì 25 marzo 2016

dotNET{podcast} fa 100!!

Ebbene si, contro ogni pronostico e in barba a chi ci vuole male……dotNET{podcast} è arrivato a quota 100 puntate!
Logo-100-esima-puntata-400x248

Il traguardo è stato raggiunto in un anno e mezzo circa e, se pensate che, un anno ha 52 settimane, significa che siamo usciti con più di una puntata a settimana (Natale, Pasqua e ferragosto incluse)!

Ma quello che molti non sanno è che dietro ad ogni puntata c’è un lavoro infinito di preparazione e, soprattutto, di post produzione!

Per capire meglio cosa si nasconde dietro le quinte, ascoltate la puntata 100 e scoprirete come nasce e si evolve ogni episodio di dotNET{podcast}.

Un ringraziamento va ai miei soci Roberto Albano e Antonio Giglio senza il cui incessante lavoro tutto questo non sarebbe stato posibile e un benvenuto va a Luca Di Fino, neo entrato nel team di dotNET{podcast} e nuovo "stagista" del gruppo.

Un altro grazie va a tutti gli ospiti (anche internazionali) che ci hanno onorato della loro partecipazione e, soprattutto, a chi continua ad ascoltarci anche se non lo facciamo di professione…..evidentemente la passione traspare e ci aiuta!

Allora buon ascolto e restate connessi!!

venerdì 12 febbraio 2016

Tascam DR-05 registratore digitale per tutti

Diverso tempo fa ho acquistato il registratore digitale Tascam DR-05 e, ora, dopo diversi mesi di utilizzo, posso dire la mia a proposito.

Si tratta di un ottimo registratore digitale con microfono stereo che permette di ottenere registrazioni di ottima qualitaà anche in ambienti non perfetti dal punto di vista acustico.

Interessante la possibilità di utilizzare un cavalletto di piccole dimensioni come HAMA Mini treppiede o Mini Cavalletto Universale per tenere il microfono sollevato dal tavolo in fase di registrazione grazie allàattacco universale per macchina fotografica che il microfono ha nella parte inferiore.

Da segnalare anche il menu’ ben fatto e la possibilita’ di utilizzare una scheda SD esterna per memorizzare i file audio. Anche a livello di consumo batterie non e’ niente male. Consiglio l’uso delle alcaline non ricaricabili.

Il mio utilizzo e’ stato prettamente di registrazione di podcast vocali (no musica) ma le recensioni confermano che se la cava egregiamente con la musica.
Se dobbiamo trovare un difetto, e’ fin troppo sensibile e consiglio di spegnere i cellulari perche’ anche se messi non proprio vicinisimo ai microfoni stereo, si rischia di fare entrare i rumori degli stessi nella registrazione.

Alla fine si tratta di un microfono molto buono con un ottimo rapporto prezzo/prestazioni.

Io l’ho acquistato su Amazon.


lunedì 18 gennaio 2016

Intel® RealSense™ SDK – Pulse Estimation

Per la serie dedicata all’Intel RealSense SDK su Intel Developer Zone, è il turno della funzionalità di Pulse Estimation.

La funzionalità di Pulse Estimation consente di stimare il battito cardiaco della persona di fronte alla camera.

Trovate l’articolo all’indirizzo https://software.intel.com/it-it/articles/intel-realsense-sdk-pulse-estimation

Enjoy RealSense!!

lunedì 11 gennaio 2016

Intel® RealSense™ SDK – Face Expressions

Vi segnalo l'ennesimo articolo riguardante le funzionalità esposte dall'SDK di Intel RealSense.

Questa volta si tratta delle Face Expression e potete leggere l’articolo su Intel Developer Zone all’indirizzo https://software.intel.com/it-it/articles/intel-realsense-sdk-face-expressions

Rimanete connessi perché gli articoli introduttivi non sono finiti!!

Enjoy RealSense!

lunedì 4 gennaio 2016

Intel® RealSense™ SDK - Face Pose

Vi segnalo il mio articolo pubblicato su Intel Developer Zone e relativo alle funzionalita’ di Face Pose con Intel® RealSense™ SDK.
Potete leggere l’articolo all’indirizzo
https://software.intel.com/it-it/articles/intel-realsense-sdk-face-pose
Vi ricordo che l’elenco degli articoli e delle risorse relative a Intel® RealSense™ SDK sono disponibili alla pagina http://codetailor.blogspot.com/p/intelr-realsensetm.html
Le demo di tali articoli sono disponibili su GitHub all’indirizzo https://github.com/massimobonanni/RealSenseSamples